News

Mostra ” Le altre vite del Sari”

Un buon numero di persone ha raccolto l’invito a visitare nello scorso fine settimana, la mostra che la nostra associazione, in collaborazione con “La bottega della Solidarietà” di Sondrio, ha allestito presso la sala civica cittadina,  dal titolo “Le altre vite del Sari”.

foto41

La realizzazione del Sari, l’abito tradizionale delle donne indiane, ha sviluppato nel corso dei secoli una ricchezza di tecniche di tessitura e processi di nobilitazione dei tessuti uniche al mondo, come conseguenza al veto all’utilizzo dell’ago, ultimamente stà subendo la concorrenza delle mode occidentali e la industrializzazione della produzione con prodotti a basso costo in poliestere, mettendo a rischio di estinzione le tecniche tradizionali, le sapienze e la sopravvivenza degli artigiani tessili.

foto46E’ per questo motivo che le Ong presenti
sul territorio hanno proposto di realizzare alcune varianti della produzione tradiziona-
le integrandola con una altrettanto tipica lavorazione come quella della iuta e di altre fibre vegetali per il confezionamento di cesti, tappeti e altri oggetti. Il soddisfacente risultato unito al crescente successo di vendita ha via via sciolto la prevedibile perplessità iniziale.

foto51foto56

Alla mostra erano presenti anche alcuni esempi di “kantha”, se vogliamo un antesignano del patchwork, una tecnica da sempre usata dalle donne del subcontinente indiano, che unendo ricamo e trapuntatura consente la realizzazione di coperte ed altri manufatti sfruttando le parti ancora buone dei Sari smessi.

foto48

Pratica che ben si adatta all’attualissima e sempre più pressante questione dello smaltimento dei rifiuti, che attraverso il riciclo consentono all’oggetto non più in grado di svolgere la funzione primaria, una seconda vita, che ha assunto col tempo la dimensione di artigianato d’arte grazie alla sapienza e alla manualità delle artigiane.foto44